Il vero cuore del sito del tuo Centro Estetico: i contenuti

16 Settembre 2018 Francesco Merenda

cosa mettere in un sito internet

Cosa mettere in un sito internet?

Domanda banale ma non scontata! Nell’articolo dedicato ai “4 punti essenziali per il sito web del Centro Estetico” abbiamo parlato di questo. E l’oscar non poteva che andare a loro: i contenuti!

Sicuramente stai pensando che lo sapevi già!

Effettivamente può sembrare piuttosto ovvio, ma basta farsi un giro per il web per scoprire che non è una faccenda poi così naturale.
Molto spesso un sito è sostanzialmente una vetrina: bella nella migliore delle ipotesi, organizzata come una raccolta di dati nella peggiore.

Per questo la domanda ci sta: cosa mettere in un sito internet?

“Contenuti” non significa semplicemente offrire al visitatore (o meglio, potenziale cliente) una panoramica dei nostri prodotti o servizi. E nemmeno spiegargli quanti metri quadri abbiamo o di quante persone è composto il nostro staff.

Davvero pensiamo che il nostro Centro sarà scelto perché… ha una cabina in più?

Parentesi: le informazioni sono importanti. Conoscere indirizzo e orari, email, telefono e quanto d’altro possa essere utile al visitatore è fondamentale: se ci cerca per telefonarci, certamente non è una buona idea rendere introvabile il nostro numero!

E su questo torneremo sicuramente, visto che parleremo di altri punti come “Chiarezza” o “Funzionalità”. Ma non è a questo che dobbiamo pensare, se parliamo di contenuti.

Perché le persone vanno nel web?

le persone navigano alla ricerca di contenuti utili per loro

  • Per divertirsi e stare “in società” (e il successo dei social lo dimostra)
  • Per informarsi su quello che è nei loro interessi
  • Per cercare soluzioni a problemi che hanno (ovvero per risolvere i propri disagi o il proprio dolore)
  • Per acquistare quello che gli serve

A proposito del punto 1, difficilmente il nostro sito potrà essere il riferimento: vale la pena di lasciare l’onere a Facebook (anche se la faccenda ci può riguadare eccome, ma ce ne occuperemo un’altra volta)

Ma in tutti gli altri casi i contenuti sono la vera e sola differenza.

La capacità di interessare il lettore o di proporre soluzioni ai suoi problemi, consigli che possano davvero esseregli utili e notizie credibili sui temi che gli interessano, sono l’unica cosa che potrà trattenerlo nel nostro sito e, magari, predisporre quell’elemento di fiducia che potrà trasformarlo in un cliente.

I freddi elenchi potranno andare bene per chi deve fare un acquisto semplice e sa già esattamente cosa vuole: se cerco il nuovo disco di Zucchero, il sito è affidabile e c’ha il prezzo… è fatta.

E in questo caso particolare, o abbiamo la risposta giusta o cercherà altrove.

Ma nella quasi totalità delle circostanze così non è. E se vogliamo che il nostro sito diventi materia interessante per i nostri potenziali clienti… dobbiamo saperli conquistare.

Già: ma che gli dico?

cosa mettere nel tuo sito internet?

Abbiamo una chiara identità?

Abbiamo una qualche “specializzazione” da poter vantare?

Se ci proponiamo come professioniste, sapremo qualcosa del nostro lavoro?

Probabilmente lo fai ogni giorno, parlando con le tue clienti: devi solo farlo diventare metodo!
Mettere in ordine le centomila cose che sai e che sono alla base del tuo specifico lavoro. E raccontarle.
Certo, meglio se con una bella scrittura persuasiva, magari trasformando le “cose” in “storie”.
Ma prima di tutto devi decidere di dirle!

E ricordare che al centro non dovrebbe esserci “quello che tu fai”, ma i problemi di chi ti legge e le possibili soluzioni a questi problemi.

Tutto in modo semplice e diretto, ma abbastanza completo per far percepire al tuo lettore il giusto livello della tua professionalità. Ovvero, della tua credibilità.

i contenuti: ovvero conoscere i problemi e avere le soluzioni

Quali contenuti allora?

E’ la tua specializzazione che deve aiutarti a sceglierli (anche per un altro motivo, che vedremo tra poco), a formulare la natura dei problemi e quella delle soluzioni.

E deve essere anche il pubblico target a cui ti rivolgi ad aiutarti, prestando tu la massima attenzione a quello che quotidianamente le tue clienti ti dicono, ti chiedono, ti fanno capire essere importante per loro. E quindi… a cosa mettere nel tuo sito internet!

Forse non ci hai mai pensato, ma se c’è una cosa che proprio non ti manca è esattamente questa: avere cose da dire, da raccontare, che siano la base del tuo lavoro e di quello che i tuoi clienti ogno giorno ti chiedono.

Contenuti per il tuo potenziale cliente quindi.
Ma non solo!

i contenuti e il sito web

Perché qualcuno li legga i tuoi contenuti, bisogna che in qualche modo ci arrivi, al tuo sito. Forse ti sta cercando, forse ce l’hai portato con iniziative pubblicitarie…
Ma se stai in rete, è chiaro che è importante farti trovare, anche e soprattutto da chi ancora non sa chi sei!

Ed ecco che i contenuti innescano il circolo virtuoso.

Si, perché se è vero che il visitatore in arrivo cerca contenuti… è vero anche che i contenuti portano i visitatori.

Al di la delle tecniche specifiche e delle strategie mirate, qualunque esperto di SEO (quella roba che serve per farti trovare meglio da Google per capirci) ti dirà “Content is King”!
Il contenuto è il re, perché è quello che, prima di tutto, fa capire a Google che il tuo sito è una buona risorsa per i suoi utenti. E quindi… gli piaci di più.

Molte sono le accortezze per migliorare la visibilità e il posizionamento di un sito web. E molte sono di natura tecnica. Ma principalmente a Google interessa quello che c’ scritto dentro!

Ecco perché i contenuti possono portare visitatori, e rendere i visitatori contenti di averli trovati.

il tuo sito beauty

Ed ecco anche il perché del richiamo alla tua specializzazione, parlando di contenuti da raccontare: fatti cercare e soprattutto fatti trovare. Ma fatti trovare da chi ti sta cercando! Dal pubblico che è alla ricerca di quel servizio in cui tu, nel tuo territorio, puoi essere la numero uno.

Insomma, un sito web deve essere attraente, avere immagini azzeccate, fornire un’esperienza di navigazione piacevole.

Ma soprattutto, se vogliamo che possa produrre interesse prima e clienti poi, deve DIRE a chi entra qualcosa di interessante e di utile. E che ti rappresenti nel modo migliore.

Quindi mia cara, al primo posto nella scaletta delle cose da fare per realizzare il tuo sito (o per migliorarlo costantemente se già ne hai uno) non può esserci altro che questo: darsi da fare per produrre buoni contenuti!


Se l’articolo ti è piaciuto condividilo ora sul tuo social preferito

Francesco Merenda

Bologna, 1963. Co-fondatore di Remington & Remington Adv un secolo fa, di Gabbia Armonica, da molti anni dirige Pac Beauty Project. Il Tuo Sito Beauty nasce dall'incontro con l'esperto ciclista informatico Roberto Guerrieri. E dalle ore trascorse chiacchierando con Marco Balducci...